Testare le API con Google Chrome e Postman

ATTENZIONE! Il post ha più di 2 anni e le informazioni contenute potrebbero essere obsolete (ad esempio a causa di un aggiornamento di versione rispetto agli elementi descritti o links modificati da siti esterni).

Un utile strumento per testare le API in fase di sviluppo, senza ricorrere a debug improvvisati all'interno del codice, può essere Postman.

Postman è un'app integrabile in Google Chrome che permette di inviare richieste a un server (online o locale) impostando tutti i dati e visualizzando le risposte e i dettagli (dagli headers ai cookies).

L'interfaccia (migliorata di molto rispetto alle versioni precedenti) risulta molto ordinata, ecco uno screenshot:

Postman

Nella parte a destra si trova la gestione della richiesta; da questa sezione è possibile impostare il tipo di richiesta (POST, GET, PUT, ....), l'url e i parametri da inviare (compreso il campo file).
E' possibile impostare anche un tipo di autenticazione per la richiesta (Basic, Digest, OAuth 1.0 e OAuth 2.0) specificando i dati.

Tra le funzioni aggiuntive ce ne sono alcune in grado di semplificare il flusso di lavoro.

ENVIRONMENTS

Si possono impostare più ambienti (es. sviluppo, testing, produzione) e impostare delle variabili per ogni ambiente. La più comune è ad esempio impostare il dominio base per la richiesta.
Ad esempio aggiungendo la chiave "domain" la possiamo impostare come www.sito.local per i test in locale e www.sito.com per i test dell'ambiente di produzione.

A questo punto nell'url della richiesta possiamo inserire la chiave in questo modo:

http://service.{{domain}}/sync/

E in base all'environment selezionato dal menu a tendina in alto a destra sarà impostata correttamente. E' possibile impostare quante variabili si desidera.

SEND AND DOWNLOAD

Oltre all'opzione di invio e visualizzazione della risposta è possibile fare in modo che i dati ricevuti vengano salvati su file

GENERATE CODE SNIPPET

Il plugin può creare un codice sorgente con i ati della richiesta da integrare nell'applicazione. Sono supportati diversi linguaggi di export, tra cui PHP, cURL, Java, JavaScript, Python, Ruby, ...

SALVATAGGIO E COLLEZIONI

Per non riscrivere ogni volta le richieste è anche possibile salvarle e raggrupparle anche in collezioni.

IMPORT / EXPORT

Le richieste e le collezioni create possono essere anche esportate e importate, molto utile per il lavoro in team o da integrare nella documentazione di un progetto.

PLUGINS

E' possibile anche estendere le funzionalità di Postman, installando i plugins messi a disposizione (alcuni free, altri a pagamento): dall'analisi dei cookies ai test automatizzati.
Si possono vedere dal sito https://www.getpostman.com/features#jetpacks

Link per il download: https://chrome.google.com/webstore/detail/postman/fhbjgbiflinjbdggehcddcbncdddomop

Condividi questo post


Commenti